sistema museo
megafono
immagine
Museo Civico di San Francesco
Via San Francesco - Montone (PG)
Telefono: 075 9306535 - Fax: 075 9306535
Tipologia: Artistico, Storico
Orari di apertura:
Aperture straordinarie | Agosto 2017
Venerdì 11
10.30-13.00/16.00-18.30
Sabato 12, Domenica 13, Lunedì 14, martedì 15, mercoledì 16, giovedì 17, venerdì 18, sabato 19, domenica 20
10.30-13.00/16.00-20.00

Segui tutti gli appuntamenti!
http://www.sistemamuseo.it/ita/5/news/3528/montone-umbria-donazione-della-santa-spina/#.WY7Z2CwUmpo

ottobre-marzo
sabato e domenica 10.30-13.00/15.00-17.30 
aprile-maggio
venerdì, sabato e domenica 10.30-13.00/15.30-18.00
giugno-settembre
venerdì, sabato, domenica 10.30-13.00/16.00-18.30

Chiuso il 25 dicembre e il 1° gennaio
 
 
prenota ora
stampa la scheda
download scheda
Visitare il complesso museale di San Francesco significa in primis entrare in contatto con un ex insediamento francescano risalente agli inizi del 1300 e costituito dalla chiesa e dall’annesso convento, parte del quale ospita attualmente la pinacoteca; il porticato ed il chiostro esterno invece risalgono al XVI-XVII secolo.
All’interno della chiesa sono conservate tracce di affreschi anche di pregevole fattura risalenti al XIV-XVI secolo, purtroppo assai lacunosi a causa degli avvenimenti storici che l’hanno coinvolta nel tempo (incendi, epidemie, scontri bellici) ma tuttavia testimoni di un grande splendore culturale: gli esiti più alti della decorazione sono stati senza dubbio raggiunti nel XV secolo quando l’edificio divenne la chiesa di famiglia dei Fortebracci che si avvalse di celebri artisti quali ad esempio Antonio Alberti da Ferrara e Bartolomeo Caporali.
L’attuale pinacoteca funge invece da custode di opere provenienti non solo dalla stessa San Francesco come il gonfalone di Bartolomeo Caporali raffigurante la “Madonna della Misericordia” e da chiese del territorio limitrofo come ad esempio il gruppo ligneo del XIII secolo rappresentante la “Deposizione”, un tempo nella pieve di San Gregorio o ancora l’Annunciazione realizzata dal Papacello per la chiesa di San Fedele, spostate dalla loro sede originaria per motivi conservativi.
Vi è infine una piccola sezione etnografica, il “Tamburo parlante”, curata dall’antropologo Enrico Castelli e incentrata sulla cultura orientale africana, portando il visitatore a scoprire l'infinita ricchezza d'invenzione e manualità delle comunità locali con i soli mezzi e materiali che il territorio offre loro.

SEZIONE ARCHEOLOGICA

La Villa Romana

La nuova sezione archeologica inaugurata venerdì 18 dicembre 2015 e situata nella Pinacoteca Comunale del Museo di San Francesco di Montone raccoglie testimonianze di un ritrovamento di una villa romana nei pressi di Santa Maria di Sette del II sec. d. C. Successivamente a scavi eseguiti per ampliare la zona industriale nel 2008 è stato rinvenuto un ridotto lacerto murario in laterizio, residuo della villa rustica romana rintracciata già nel 1977 in seguito ai lavori per la realizzazione della E45.
gli ultimi scavi hanno portato alla luce numerosi frammenti di tegole e coppi, pezzi di dolia e di anfore, frammenti di ceramica nera, latericium (come si nota dalle pareti del chiostro entrando al museo), una bella moneta d’argento, tessere di mosaico in marmo nero dimostrazione della tipologia di pavimentazione.
Dai dati raccolti si può pensare che si trattasse di una villa servile di dimensioni medio-grandi, che si sviluppava a mezza costa con una serie di terrazzamenti e che doveva forse comporsi di una pars rustica (magazzini, stalle e ambienti produttivi) e di una pars urbana (stanze residenziali e di rappresentanza). Collocata lungo un importante tracciato viario ed in prossimità del Tevere, la villa doveva essere di proprietà di un ricco ed illustre personaggio di cui purtroppo non si conosce il nome. In ogni caso si tratta di una rara testimonianza di una fase molto antica, quella di cui, fra l’altro, si hanno meno dati archeologici in tutto il territorio umbro.

La stele funeraria romana
Fa parte della collezione presente nel museo anche una stele funeraria. La stele è una lastra (marmo, pietra o altro materiale) che riporta un'iscrizione a ricordo di un defunto, è di notevole importanza in quanto fonte primaria e fonte diastatica. La stele di Montone già nota nel 1500 fu portata dal Vescovo di Imola Scribonio dalla sua patria Tiferno e, in origine collocata nella Pieve di San Gregorio, successivamente nella piazza di Montone. L’iscrizione è incisa su marmo bianco. Nella descrizione di fine '800 si parla di un uomo che nella mano destra tiene una vite. Nelle stele funerarie ed in particolare, come nel nostro caso, in quelle di soldati, spesso veniva scolpito il ritratto figurato del defunto, da solo o assieme a strumenti del mestiere e figure apotropaiche (cioè atte a scongiurare, allontanare o annullare influssi maligni) per lo più tra I e II d.C.


 
INTERO 4,00 euro
RIDOTTO A 3,00 euro per studenti universitari, gruppi oltre le 15 unità, over 65, soci Touring Club Italiano
RIDOTTO B 2,00 euro per scolaresche, ragazzi tra 7 e 18 anni
GRATUITO bambini fino a 6 anni, residenti nel comune di Montone


visite guidate
visita guidata euro 50,00 + biglietto di ingresso
durata 1 ora

Per le scuole euro 30,00 + biglietto di ingresso

I GRUPPI PER LE VISITE GUIDATE POSSONO AVERE UN MASSIMO DI 30 PARTECIPANTI.
E' POSSIBILE EFFETTUARE DUE VISITE GUIDATE CONTEMPORANEAMENTE.


come arrivare
In auto: E45 uscita Montone sia provenendo da Roma che da Cesena, poi seguire le indicazioni per il centro e quindi per il museo. Il museo, poiché situato nella parte alta del paese, non presenta vie di accesso praticabili con automobili né con altri mezzi di trasporto. Si può arrivare, seppur con difficoltà di manovra per un'automobile di media dimensione, al piazzale san Francesco.

In evidenza
UMBRIA MUSEI DIGITAL EDITION

“Umbria Musei Digital Edition” è un progetto della Regione Umbria che porta i contenuti per la valorizzazione del Sistema Museale e del territorio su strumenti innovativi e soprattutto portatili.
La collana presenta le città umbre attraverso la storia, l’archeologia e l’arte dei rispettivi musei, non trascurando le produzioni artigianali artistiche di qualità ed i prodotti enogastronomici, che rappresentano da sempre l'eccellenza di questa regione.

CERCA E SCARICA “MONTONE– UMBRIA MUSEI DIGITAL EDITION” su App Store e Google Play.


info & servizi
icona
Bookshop
icona
Servizi Educativi
icona
Visite guidate
spazi culturali in città
montone, borgo, museo san francesco, umbria, museo etnografico
icona Servizi Educativi
icona Visite guidate
icona Bookshop
Museo Etnografico Il Tamburo Parlante
Montone (PG)
Antropologico
I manufatti esposti e realizzati con mezzi e materiali locali dalle comunità che vi abitano portano il visitatore a scoprire la loro infinita ricchezza d'invenzione e la loro straordinaria manualità, ma soprattutto inducono a riflettere ...
servizi educativi in città
icona
La tecnica artistica dell'AFFRESCO: laboratorio di arte
Museo Comunale di San Francesco, Montone
icona
ALLA SCOPERTA DELLA STORIA. Segni e simboli del Medioevo
Museo Comunale di San Francesco + centro storico, Montone
cerca musei
città
tipologia
parola chiave
avvia ricerca
cerca
immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
ANTENNA MUSEALE di SPINA
approfondimenti
GALATA MUSEO DEL MARE Bookshop Bussola delle Idee
GROTTAGLIE visita speciale per ipovedenti
Nuovo percorso Museo CALVI DELL'UMBRIA (Tr)
"Un museo a misura di bambino" NARNI Palazzo Eroli
GALATA MUSEO DEL MARE Bookshop Bussola delle Idee
video
GERMANICO RACCONTA /Amelia (Tr)
VIDEO Benozzo Gozzoli e Montefalco
GERMANICO RACCONTA /Amelia (Tr)
Fotogallery
NIGHT LINE MUSEM / FOTOGALLERY
MUSEI IN FORMA / Circuito Terre & Musei dell'Umbria
NIGHT LINE MUSEM / FOTOGALLERY