sistema museo
megafono
immagine
OLTREOLTREOLTREOLTRE
Spoleto (PG), Palazzo Collicola Arti Visive
5 maggio - 2 giugno 2013
OLTREOLTREOLTREOLTRE
Personale di Federica Giglio
Inaugurazione: sabato 4 maggio 2013 ore 15.00
preview stampa: sabato 4 maggio 2013 ore 12.00
A cura di: Gianluca Marziani
Categoria: Arte contemporanea
Orari di apertura:
dal mercoledì al lunedì
10.30-13.00/15.30-19.00
Una donna. La sua vita molto reale. La sua arte tra talento e terapia interiore.
Undici ritratti pittorici raccontano il mondo dell’artista.
Undici ritratti di persone con un gatto tra le braccia.
I loro occhi che ci fissano. I dettagli che ci parlano.
Quando la pittura diventa alchimia, racconto, complessità, catarsi.
Per ribaltare la malattia in un valore di crescita e apertura.

Roma 2006: presso l’Ala Mazzoniana di Stazione Termini viene presentato il progetto MOSTRAMOSTRO dell’artista Federica Giglio. Tutto nasce da un fatto reale, da una malattia di Federica (la Bipolarità) che marchia lo stile del vivere, i modi e modelli del proprio essere. Ma la mostra non parla di sintomi e terapie, è invece un'opera unica in cui tutto definisce la visione finale. I singoli lavori hanno una loro autonomia eppure vivono come organi pulsanti di un medesimo corpo con un solo spirito. Si parte da una persona, Federica Giglio, che molti anni fa inizia un percorso di malattia psichiatrica, curata per tredici anni senza una diagnosi corretta. Attorno a Federica girano le cose normali che tutti noi viviamo, solo che per lei alcuni eventi si enfatizzano, gli sbalzi sono più radicali. E poi, due mesi prima di iniziare il progetto della mostra, la diagnosi: Bipolarità. Gli eventi cambiano la sensibilità, gonfiano i processi interiori, rivelano aspetti che il dolore porterà a compimento. Dal dolore nasce una necessità. Dalla necessità cresce la volontà di raccontare quel dolore in maniera adeguata. Dalla consapevolezza nascono quattro grandi installazioni e un film: cinque momenti che consentono al visitatore di entrare in un mondo allo stesso tempo scioccante e meraviglioso, respingente e attraente, specchio di una profondità d'animo che la maggior parte di noi non vuole affrontare. Opere fatte di elementi scultorei e reperti privati, invenzioni e oggetti del quotidiano, elementi intimi e materiali altrui… il tutto amalgamato e reinventato attraverso le intuizioni stilistiche e le necessità tematiche dell'artista.

Spoleto 2013: a distanza di sette anni è Palazzo Collicola Arti Visive, il centro umbro per le arti contemporanee, a presentare OLTREOLTREOLTREOLTRE, nuovissima tappa di un’avventura che fonde assieme il vitalismo della vita e il metabolismo dell’arte. Le problematiche personali (la malattia di Federica) vengono affrontate con la consapevolezza di sempre e una maturità crescente, utilizzando l’opera come spazio privilegiato della sintesi, una sorta di mappa bianca su cui Federica traccia il suo universo emotivo e sentimentale, la sua idea di bellezza risanatrice, le sue intuizioni “terapeutiche”, la sua visione inconsueta e magnetica.
Ci sono undici grandi quadri su tavola, formato 160x140cm. Raffigurano undici persone legate alla vita di Federica, ognuna con un gatto (British e Scottish) in braccio. Un progetto che parte dagli scatti fotografici alle undici coppie; sulla base fotografica, costruita secondo meticolose strutture degli sguardi, l’artista è intervenuta con la pittura per dare un abito profondo ai soggetti, un vestito interiore che diventasse valore universale. Posture comuni, occhi puntati verso l’ideale osservatore, utilizzo di colori intensi e netti, volti come maschere vive, dettagli come timbri riconoscibili, elementi decorativi nella quinta scenica: uno schema volutamente fisso per ricreare una galleria emotiva in cui la teatralità si mescola con la performance statica, lasciando che tutto si trasformi in superficie pittorica. È come se la vita di Federica si colorasse con le texture dei suoi paesaggi interiori, lungo citazioni e combinazioni stilistiche, echi di culture vicine e lontane, tra mondi che incontrano mondi.
Come scrive Marziani in catalogo: “Non è un caso che siano tutti della stessa razza, a conferma di una strategia del gusto e del bello, dove il carattere somatico indica la scelta razionale e la cosciente ossessione. La presenza maniacale di gatti British e Scottish definisce l’anomalia e la coerenza strategica del gesto, così da levare ogni casualità alla visione scenica del felino. Il quotidiano di FG si divide tra la famiglia genetica (un marito, un figlio maschio, una figlia femmina) e la famiglia “adottiva” in chiave animale. Da una parte la costruzione umana, dall’altra la scelta elettiva, al centro Federica e le sue ossessioni coerenti, la sua voglia di amore, la sua forza indomita, le sue urgenze irrefrenabili. Quei gatti hanno creato un ritmo armonico nella vita di Federica, sono stati il soggetto privilegiato dentro le sue solitudini, una spinta meditativa lungo notti insonni. Li vediamo in braccio alle persone che FG ha voluto ritrarre, in perfetta posa davanti al nostro sguardo, allineati ai nostri occhi spietati. Quel gioco di pupille è una calamita cosmica che ci trascina nel valore simbolico del quadro, nel cortocircuito dello sguardo dentro lo sguardo, nelle sublimi ambiguità che un’opera si porta dentro…”
Le undici opere sono una sfida dello sguardo, un ingaggio tra l’osservatore e il quadro, un motore scenico di cortocircuiti e rispecchiamenti che rivela il potere demiurgico della pittura, le alchimie estetiche che si trasformano nel contenuto col suo valore concettuale. Lo dice anche Furio Colombo in catalogo: “…Quello che sai lo sai dagli occhi, dagli sguardi, dai punti essenziali e scoperti di vita, narrazione, rivelazione. Queste immagini sono nate dal segno fermo e preciso di una immaginazione che guarda a persone vere e vede altro. Vede il mondo in movimento di energia e sentimenti, il campo magnetico dei pensieri, il territorio influenzato da quelle presenze umane. E il dipingere, qui, diventa un rendere conto di vite diverse, umori diversi, situazioni lontane, che convergono nell'unico punto di osservazione dell'autrice”.

Info e prenotazioni:
+39 0743 46434
www.palazzocollicola.it
facebook: palazzocollicola
Autore: Sistema Museo
Data di pubblicazione: 15 maggio 2013
info & servizi
icona
Visite guidate
servizi educativi in città
icona
MONTELUCO E IL BOSCO SACRO
Bosco Sacro di Monteluco, Spoleto
icona
GIOCHIAMO CON VESPASIANO
Casa Romana, Spoleto
icona
I MOSAICI DI VESPASIA POLLA
Casa Romana, Spoleto
icona
SPOLETO MEDIEVALE
Centro storico, Spoleto
icona
SPOLETIUM... la nostra città in epoca romana
Centro storico + Casa Romana (facoltativo), Spoleto
icona
UN GIORNO CON NOI! ESPLORATORI D'ACQUE E DI STORIE - SPOLETO + TERNI
Centro storico + Cascata delle Marmore, Spoleto
icona
SAN PIETRO E SAN SALVATORE
Chiesa di San Pietro Extra Moenia - San Salvatore, Spoleto
icona
SPOLETO DA VILLAGGIO A CITTA'
Museo Archeologico + Teatro Romano, Spoleto
icona
SART...ATTACK!
Museo del Tessuto e del Costume, Spoleto
icona
TRAME E MERLETTI
Museo del Tessuto e del Costume, Spoleto
icona
(S)BALZO NEL TEMPO
Museo Nazionale del Ducato, Spoleto
icona
METTITI IN GIOCO CON... I LONGOBARDI
Museo Nazionale del Ducato, Spoleto
icona
TRAME LONGOBARDE
Museo Nazionale del Ducato, Spoleto
icona
CACCIA SOCIAL al tesoro dei Longobardi
Museo Nazionale del Ducato + centro storico, Spoleto
icona
UN GIORNO CON NOI! MISSIONE LONGOBARDI
Museo Nazionale del Ducato + centro storico + Tempietto sul Clitunno, Spoleto
icona
C'ERA UNA VOLTA ALEXANDER CALDER
Palazzo Collicola Arti Visive - Museo Carandente, Spoleto
icona
COSTRUIAMO LA NOSTRA OPERA
Palazzo Collicola Arti Visive - Museo Carandente, Spoleto
icona
FORMA E COLORE
Palazzo Collicola arti visive - Museo Carandente, Spoleto
icona
GIOCHIAMO CON L'ARTE DI LEONCILLO
Palazzo Collicola arti visive - Museo Carandente, Spoleto
icona
IL CARTONE SI E' ANIMATO
Palazzo Collicola arti visive - Museo Carandente, Spoleto
icona
IL CIRCO DI CALDER, DAL VIDEO ALLA CREAZIONE
Palazzo Collicola arti visive - Museo Carandente, Spoleto
icona
IMPRONTE DI COLORE
Palazzo Collicola arti visive - Museo Carandente, Spoleto
icona
IN EQUILIBRIO TRA IL GIOCO E L'ARTE DI CALDER
Palazzo Collicola Arti Visive - Museo Carandente, Spoleto
icona
INCIDO....IL MIO LIBRO D'ARTISTA
Palazzo Collicola arti visive - Museo Carandente, Spoleto
icona
INVITO A PALAZZO
Palazzo Collicola Arti Visive - Museo Carandente, Spoleto
icona
L'OFFICINA DEL COLORE. IL ROSSO, IL GIALLO, IL BLU
Palazzo Collicola Arti Visive - Museo Carandente, Spoleto
icona
LE CARTE COLORATE FORMANO UN COLLAGE
Palazzo Collicola Arti Visive - Museo Carandente, Spoleto
icona
RI-TRATTO: come ti vedo? come mi vedi?
Palazzo Collicola arti visive - Museo Carandente, Spoleto
icona
SPOLETO 1962
Palazzo Collicola arti visive - Museo Carandente, Spoleto
icona
MEDIOEVO A FUMETTI
Rocca Albornoziana, Spoleto
icona
RACCONTI FANTASTICI DI DAME E CAVALIERI
Rocca Albornoziana, Spoleto
icona
ESPLORATORI A SPOLETO
TEATRO ROMANO (da fuori), CASA ROMANA, FORO CITTADINO, DUOMO, PONTE DELLE TORRI, Spoleto
icona
SPOLETO IN SCENA
Teatro Romano + Teatro Caio Melisso, Spoleto
cerca mostre
città
categoria
[X]
data
parola chiave
avvia ricerca
cerca
immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
spoleto, museo ducato, rocca albornoziana, umbria, spoleto card
approfondimenti
GALATA MUSEO DEL MARE Bookshop Bussola delle Idee
GROTTAGLIE visita speciale per ipovedenti
Nuovo percorso Museo CALVI DELL'UMBRIA (Tr)
"Un museo a misura di bambino" NARNI Palazzo Eroli
GALATA MUSEO DEL MARE Bookshop Bussola delle Idee
video
GERMANICO RACCONTA /Amelia (Tr)
VIDEO Benozzo Gozzoli e Montefalco
GERMANICO RACCONTA /Amelia (Tr)
Fotogallery
NIGHT LINE MUSEM / FOTOGALLERY
MUSEI IN FORMA / Circuito Terre & Musei dell'Umbria
NIGHT LINE MUSEM / FOTOGALLERY