sistema museo
megafono
immagine
PABLO PICASSO. La materia e il segno. Pittura, ceramica, grafica.
dal 12/06/2010 al 26/09/2010
PABLO PICASSO. La materia e il segno. Pittura, ceramica, grafica.
Otranto, Castello Aragonese
12 giugno - 26 settembre 2010
Inaugurazione: sabato 12 giugno, ore 19.00
Una grande mostra giunge nuovamente a Otranto e si riaccendono i riflettori sul Castello Aragonese, cuore e anima della città. Un genio incontrastato del ?900 ha inaugurato la stagione artistica 2010: Pablo Ruiz Picasso. Un corpo espositivo di 86 opere ripercorre un arco di tempo molto vasto e racconta l?ecletticità dell?artista: dal 1904, con l?esposizione della prima incisione mai realizzata dal grande maestro - Il pasto frugale - che fa parte della serie Suite des saltimbanques, per arrivare a una delle sue opere incisorie più famose, la serie della Tauromaquia (1957) e un corpo unico di 38 ceramiche in cui il segno di Picasso è più che mai evidente e riconoscibile. La selezione è completata da 8 opere miste realizzate dal 1905 al 1971: un disegno a pastello del 1919 Olga?s left profile raffigurante la splendida moglie Olga; Deux femmes gouache (tecnica del guazzo) realizzata a Parigi nel 1920; le celebri incisioni Saltimbanques del 1905; il Baccanale del 1955; Il pittore e la modella disegno a china del 1971; due incisioni su linoleum - Baccanale con acrobati (1959) e Toros en Valauris (1954).

Castello Aragonese di Otranto
A pianta pentagonale irregolare con tre torrioni cilindrici e un poderoso bastione a forma di lancia, soprannominato "Punta di Diamante", che si spinge verso il porto, con un fossato che si estende per tutto il perimetro e nell'antichità era munito di ponte levatoio. Fu edificato tra il 1485 e il 1498 dagli Aragonesi di Napoli, probabilmente su una costruzione preesistente del periodo federiciano, avvalendosi della consulenza di Francesco di Giorgio Martini, il genio dell'architettura militare rinascimentale. Nel 1647 furono apportate opere di consolidamento e furono restaurate la "Torre Mastra" e l'intera cinta muraria. Sul portale d'accesso campeggia l'emblema di Carlo V d'Asburgo. All'interno della fortezza vi è una piazzetta a pianta quadrangolare con una scalinata che porta ai piani alti. Il piazzale superiore del castello, a un?altezza di 16 metri, è munito di cannoniere e merlone. Agli inizi del 1800 le milizie napoleoniche manomisero la quasi totalità dell'apparato difensivo di Otranto. Nel 1897, parte del fossato fu riempito di terra per consentire l'accesso al borgo antico, ma poi alla fine del secolo successivo è stato ripristinato lo stato originario. Nel corso del 2009 è divenuto un importante contenitore culturale, con mostre ed eventi di grande spessore.

Orari:
giugno e settembre 10-13 / 15-22;
luglio e agosto 10-24. Aperto tutti i giorni.
Ingresso:
intero ? 6,00
ridotto ? 4,00
(6-14 anni, oltre 65 anni, gruppi, scolaresche, diversamente abili e relativi accompagnatori, gruppi superiori a 20 unità)
Visita guidata mostra (prenotazione obbligatoria): gruppi  ? 80,00; scuole ? 60,00
Visita guidata mostra + castello (prenotazione obbligatoria): gruppi ? 100,00; scuole ? 80,00.

Infoline e prenotazioni:
telefono: 199151123
(dal lunedì al venerdì, escluso i festivi, 9.00 - 17.00)
info@castelloaragoneseotranto.it
infoline@sistemamuseo.it
http://www.picassoaotranto.it/

cerca mostre
città
categoria
[X]
data
parola chiave
avvia ricerca
cerca
immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
Parco archeologico - naturalistico S.Giovanni di Viddalba
approfondimenti
GROTTAGLIE visita speciale per ipovedenti
"Un museo a misura di bambino" NARNI Palazzo Eroli
video
GERMANICO RACCONTA /Amelia (Tr)
VIDEO Benozzo Gozzoli e Montefalco
GERMANICO RACCONTA /Amelia (Tr)