sistema museo
megafono
immagine
Il giovane TIEPOLO. La scoperta della luce
Gradara (PU)
dal 04/06/2011 al 04/12/2011
Il giovane TIEPOLO. La scoperta della luce
Udine (UD), Civici Musei - Castello
dal 4 giugno al 4 dicembre 2011
Inaugurazione: venerdì 3 giugno 2011, ore 18.00
Che cosa caratterizza l?esordio di un giovane pittore di genio? Quali percorsi mentali e creativi presiedono alla formazione di un artista di talento?

A questa e ad altre domande proverà a dare risposta la mostra che i Civici Musei di Udine inaugurano il 4 giugno 2011 all?interno della terza edizione delle ?Giornate del Tiepolo?. L?esposizione, dal titolo ?Il giovane Tiepolo: la scoperta della luce?, è rivolta proprio a ricostruire, attraverso le opere più  significative, il periodo giovanile dell?attività di Tiepolo, prima del suo soggiorno udinese del 1726. Se, nel corso del suo apprendistato presso la bottega del pittore accademico Gregorio Lazzarini, l?artista ebbe modo di confrontarsi con i modelli offerti dalla tradizione figurativa veneta del Cinquecento, egli si dimostrò particolarmente attento anche a quanto i suoi contemporanei andavano sperimentando, e alle nuove teorie sulla luce di ispirazione newtoniana. Le opere di Federico Bencovich e Giambattista Piazzetta rappresentarono per il giovane Tiepolo un punto di riferimento ugualmente importante che egli seppe assimilare in maniera originale, in sintonia con il suo essere ?tutto spirito e foco?, attraverso un linguaggio pittorico costruito sull?interpretazione luminosa dell?immagine. Ed è proprio su questa peculiare visione tiepolesca della luce che l?esposizione udinese si focalizza, ripercorrendo il tracciato di un?attività che dalle tele dipinte per la chiesa veneziana dell?Ospedaletto si dipana, per il tramite delle decorazioni di Palazzo Sandi, fino al ciclo di affreschi realizzati a Udine nel Palazzo Patriarcale.

I dipinti in esposizione permettono così di documentare il passaggio da una pittura costruita nella luce, secondo precise fonti di illuminazione interne all?immagine, a una pittura costruita dalla luce, nella quale forme e volumi appaiono generati, come vetro soffiato, dall?interna energia luminosa della materia. In mostra sono presentate opere provenienti dai musei di Venezia, Milano, Torino e da alcune delle più prestigiose collezioni pubbliche e private internazionali.

Comitato scientifico: Svetlana Alpers, William L. Barcham, Linda Borean, Caterina Furlan, Peter O. Krückmann, Giuseppe Pavanello e Catherine Whistler.

Orari:

dal 4 giugno al 30 settembre
dalle 10.30 alle 19.00
chiuso lunedì
dal 1 ottobre al 4 dicembre
dalle 10.30 alle 17.00
chiuso lunedì

Biglietti:
Intero: ? 8.00
Ridotto: ? 5.00
(l'acquirente di un biglietto al Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo entra con biglietto ridotto in Castello)
Scolaresche: ? 2.00 per studente
Gratuità: Card Turismo FVG e Card residenti
Il biglietto consente anche la visita alla Galleria d?Arte Antica

Attività didattica e visite guidate a pagamento
Visite guidate singoli visitatori: tutte le domeniche alle ore 15.30
Per informazioni:
Sistema Museo
Call Center 199 151 123
(costo della chiamata variabile a seconda dell?operatore)
da lunedì a venerdì ore 9.00 > 17.00
infoline@sistemamuseo.it
callcenter@sistemamuseo.it
www.sistemamuseo.it

Info:
PuntoInforma
Via Savorgnana, 12
tel +39 0432 414717/718
puntoinforma@comune.udine.it
Centralino del Castello
tel +39 0432 271 591

servizi educativi in città
cerca mostre
città
categoria
[X]
data
parola chiave
avvia ricerca
cerca
immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
Museo Comunale di Palazzo Santi
approfondimenti
GROTTAGLIE visita speciale per ipovedenti
"Un museo a misura di bambino" NARNI Palazzo Eroli
video
GERMANICO RACCONTA /Amelia (Tr)
VIDEO Benozzo Gozzoli e Montefalco
GERMANICO RACCONTA /Amelia (Tr)